MENU
 
 

1938 Fondazione

Un anno già denso di nubi e oscuri velati presagi di guerra.
Questo non intimorisce uno sparuto gruppetto di" VECI " che hanno già sofferto la crudeltà del distacco dalla Famiglia perché chiamati a combattere nella Grande Guerra del 15/18 e qualche "BOCIA", di fresco congedo, per i quali probabilmente era già pronta, sulla scrivania in un ufficio del Distretto un'altra cartolina Precetto.
Gli uni e gli altri si ritrovarono alla birreria giardino e con grande entusiasmo diedero vita a quello che sarà poi il meraviglioso GRUPPO DI MORI.

1938: Fra di essi il promotore ed alcuni soci fondatori

Alla guida del Gruppo fu posto uno dei promotori l'entusiasta, Dott. DANILO DALLAGO, veterinario in Mori, che nel 1917 fu tenente degli Alpini nel V° Reggimento, indi richiamato nel 1939 in servizio presso la Scuola Alpini di Aosta e congedato alla fine della guerra col grado di Maggiore. Il suo mandato sarà esempio e stimolo per il futuro.

Di quell'avvenimento e della vita del gruppo rimane ben poco, solo il vago ricordo, oppure il racconto di qualche famigliare e la testimonianza di una ingiallita fotografia sulla quale figurano alcuni Soci Fondatori, che li ritrae a Trento in occasione dell'Adunata Nazionale del 1938 tenutasi in quella città.

E' conservato anche il gagliardetto che fu benedetto a quell'epoca, il quale logoro e consunto porta evidenti i segni del tempo. Lo stesso , oltre ai simboli propri dell'A.N.A. recava originalmente l'emblema del partito fascista (il fascio come d'obbligo) ricamato in filo d'oro come il resto. In seguito, dopo la caduta del fascismo, tale emblema fu maldestramente tolto lasciando una ben visibile impronta. Non toglierlo avrebbe costituito apologia di regime fascista e quindi reato. Ora l'impronta rimane quale testimonianza di un periodo storico passato e ormai dimenticato.

Poi, purtroppo, fu subito la guerra, la maledetta guerra, e con essa l'inevitabile scioglimento del neonato Gruppo e la perdita di ogni traccia, documento ed atto ufficiale della fondazione ed attività di quei generosi neofiti.

Arrivarono le "cartoline" che sancirono la partenza di quei validi uomini, per ignoti destini e terre lontane, col nodo alla gola e lo zaino pieno di rimpianti, tristezza, rabbia e un briciolo di speranza.....

1940..1941..1942..1943..1944..1945

Finisce l'immane tragedia...

Negli Alpini, ai quali DIO ha permesso di tornare portandosi nella mente il ricordo, vivo, delle sofferenze patite e nel cuore lo struggimento per gli Amici perduti ed anche nei giovani congedati, tornati a casa tutti con la sola ricchezza dell'amato Cappello, si manifesta sempre più forte, il desiderio e la voglia di riunirsi per raccontare, per dire della "Naia" passata, delle loro amarezze, delle loro gioie, delle loro speranze, per ricordare gli Amici che non sono più ma anche e soprattutto per FARE e RICOSTRUIRE qualcosa di nuovo che li unisca, questa volta in opere di Pace, di Solidarietà e fratellanza

.

1938:  Ritrovo a Rovereto di molti reduci

Nell'attesa e nella speranza che maturi qualcosa di nuovo, molti ex Alpini si associano ai gruppi di Rovereto o Brentonico già esistenti, memori del passato, premono perché il gruppo di Mori ridiventi una realtà.


FRASI CELEBRI SULLA PACE

  • ''La felicita' e la pace del cuore nascono dalla coscienza di fare cio' che riteniamo giusto e doveroso, non dal fare cio' che gli altri dicono e fanno.'' - GANDHI

  • ''La poesia e'un atto di pace. La pace costituisce il poeta come la farina il pane.'' - Pablo Neruda

  • ''Per avere una vera pace, bisogna darle un'anima. Anima della pace e' l'amore.'' - Paolo IV

  • ''La migliore costituzione per qualsivoglia potere, si comprende facilmente a partire dal fine dello stato civile: che non e' niente altro che la pace e la sicurezza della vita.'' - Spinoza

  • ''Siate sempre in guerra co i vostri vizi, in pace con i vostri vicini, e fate si che ogni anno vi scopra persone migliori.'' - B. Franklin

  • ''L'Italia, a mio avviso, deve essere nel mondo portatrice di pace: si svuotino gli arsenali di guerra, sorgente di morte, si colmino i granai di vita per milioni di creature umane che lottano contro la fame. Il nostro popolo generoso si e' sempre sentito fratello a tutti i popoli della terra. Questa e' la strada, la strada della pace che noi dobbiamo seguire.'' - S. Pertini

  • ''Non si puo' separare la pace dalla liberta' perche' nessuno puo' essere in pace senza avere liberta'.'' - Malcom X

  • ''Non importa la durata del viaggio, ne' il tempo trascorso, ma il cammino intrapreso e percorso e le impronte Amore lasciate per sempre....'' - Anonimo

  • '' La pace non puo' regnare tra gli uomini se prima non regna nel cuore di ciascuno di loro. '' - Karol Wojtyla

  • '' La pace e' piu' importante di ogni giustizia; e la pace non fu fatta per amore della giustizia, ma la giustizia per amor della pace.'' - Martin Lutero

  • ''Apprezza cio che sei perché tu sei amore, quell'amore che cerchi in ogni cosa e in ogni dove. Accogli cio' che tu sei perche' tu sei cio' che cerchi di essere, cio' che tu vuoi essere, tu sei la vita che crea la tua vita. Accetta te stesso, amore del tuo amore, perché tu sei cio' che hai tanto bisogno di essere. Sorridi all'amore che tu emani perche' tu sei quell'amore che cerchi in ogni luogo, pace dei tuoi sensi.'' - Paulo Coelho

New-CMS 2.9.7 Valid CSS Valid html 5 GNU General Public License Admin
This page was created in 0.027 seconds
Contenuto del div.